sabato, maggio 14, 2011

...come funghi

.....avete presente che dopo una giornata di pioggia, nei prati, nel sottobosco, nascono come per magia i funghi...beh, invece, come un po' ovunque, dalle mie parti, ai primi raggi di sole escono i runners.
Mica quelli veri, però. Quelli corrono sempre. Estate, inverno. Pioggia o neve. Loro corrono perchè la corsa l'hanno nel sangue.
I runners di cui parlo io sono quelli che, i primi di marzo, indossando una maglietta dell'anno prima, si accorgono che tira leggermente sul davanti e mettendosi di profilo davanti allo specchio, trattengono il fiato per nascondere la "bonza" ma quella mica si nasconde...prima o poi ritorna.
Così, presi dallo sconforto decidono di mettersi a dieta.
Se sono uomini elimano tutto. Vino, schifezze e si buttano sulla classica dieta fai da te che più sbilanciata non c'è mentre il sesso opposto inizia a comperare giornali dove alcuni articoli promettono miracoli....ma questo è un altro discorso....così i nostri runners si mettono a dieta per poi scoprire alla prima prova bilancia di aver perso solo 3 etti solo perchè sono andati di corpo.
Così, a mali estremi, estremi rimedi....correre!
Diciamolo. Se non ti piace è davvero fatica e poi serve l'abbigliamento adatto, perchè provate voi a correre con un paio di scarpe da tennis....i piedi gridano vendetta e non solo loro.
Dalle mie parti, però, il mondo è bello perchè è vario, così potete incontrare runners di tutti i tipi.
La signora di una certa età che dice: perchè io vado a correre mentre cammina come se andasse per vetrine, con tanto di pochette stretta sotto il braccio e scarpe con il mezzo tacco.
Poi c'è quella che inizia correndo e dopo 20 mt, quando ha girato l'angolo ed è  fuori dalla portata d'occhio, si mette a camminare. Estrae il telefono cellulare dalla tasca ed inizia a spettegolare per tutto il tempo.
Ci sono poi quelli davvero ma davvero disperati....li riconosci dalla montagna di vestiti che indossano.
Vada a marzo ma quando li vedi che cercano di correre con 2 maglioni, tre paia di pantacalze una sopra l'altra, il berretto in testa anche a metà maggio...capisci che sono più disperati di te!
Il manager è quello che neppure quando va a correre rinuncia alla camicia e auricolare fisso e mentre corre, con i pugni stretti, continua a non staccare e a parlare di lavoro.
Le amiche di mia mamma le riconosco perchè vanno a camminare con ciabatte e la gonna e mentre coprono 4 km parlano dei figli che non fanno quello che andrebbe fatto, del vicino, della cena bruciata, della figlia di quella che è scappata con il figlio dell'altra e ha lasciato il gatto nel giardino della scuola....
Ci sono quelli che non hanno mai corso e che la palestra l'hanno frequentata solo quando andavano a scuola e pur essendo in perfetta forma fa tanto MACHO dire: e sì perchè io tutti i giorni vado a correre e li vedi che corrono, tirando su così tanto i piedi da darsi calci ne di dietro e tengono i gomiti larghi come se dovessero farsi largo tra la folla.
Sembra che ballino la mazurka invece di correre.
Ci sono quelli che corrono, camminano, corrono, camminano e se in lontananza vedono avvicinarsi una macchina partano in tromba ed appena la macchina è passata si fermano, si piegano e prendono fiato.
Per quella strada di campagana, super trafficata di gente, ci sono anche quelli che la corsa l'hanno nel sangue, che piangono se si devono fermare per un infortunio e li riconosci dall'abbigliamento ad hoc. Scarpe da running, maglietta traspirante, giubotto rinfrangente, cronometro al polso, con conta km incorporato....insomma attrezzati al punto giusto.
Poi ci sono io.
Quella che va a correre con qualsiasi tempo, soprattutto di mattina presto perchè è davvero una libidine, con la musica nelle orecchie e la macchina fotografica in tasca perchè non si sa mai che si possa vedere qualcosa di interessante.
Io che mi fermo quando incontro qualcuno di nuovo per poterlo inserire nella giusta categoria giusta.
Io che dopo una corsa di 4 km si tira su con un bel bicchiere di coca cola...io che corro per fare fiato mica per perdere kili..  ;O). Io che riconosco i disperati, ma dimondi disperati, perchè viaggio con uno strato di vestiti non indifferente ma solo perchè devo nascondere i kili di troppo e il sedere...così oltre alla felpa, mi annodo in vita un'altra maglietta...quella fa tanto fico!
Cappellino in testa perchè voglio mantenere l'anomimato poi tanto mi riconosco tutti....io che tutte le volte cerco di conquistare un paio di mt in più....io che non saluto nessuno perchè tanto senza occhiali non vedo.
Io che mi scarico correndo, oltre che scrappando, io che quando corro mi sento tanto ............Forrest Gump!


Buona domen ica!


Mely

3 commenti:

Simona ha detto...

che grandeeee!!! :-)

LaaLaa ha detto...

fantastica :)
tutto il mondo è paese...

marifra79 ha detto...

Gran bel post lasciatelo dire! Un abbraccio e buonissima serata