martedì, ottobre 14, 2008

Ringraziamenti

Prima di fare qualsiasi post, vorrei ringraziare pubblicamente le mie amiche che, alla veneranda età di 39 anni e 7 mesi, mi hanno fatto conoscere Parigi per la prima volta.
Se non fosse stato per
Paola, Mommi, Silvia e con il supporto morale di Sabry (sempre ai corsi) e di Patty che purtroppo è rimasta a Prato....Parigi sarebbe rimasto ancora per un po' solo un bel sogno.
Non è il fatto di aver visto Parigi per la prima volta ad essere considerato un evento importante ma aver condiviso questa avventura con le amiche ha reso tutto, tuttissimo molto speciale.
Persino un banalissimo panino al prosciutto cotto è stato classificato come: straordinario, fantastico, eccezionale, evento da fotografare ..........con un piccolo particolare: io odio il panino al cotto ma questa è un'altra storia.

Il seguito di questa storia sono le "frasi" che non dimenticheremo mai:

- ........e pensare che il bidet non si chiama ne bidotto ne bidetto! (Sabry)
- la donna che sussurrava al cesso (ndr di Chicca)
- il pistacchio flottante
- XL
- senza di me saresti in mezzo alla strada (Mommi a Paola)
- la Mommi è un VIRUS: è in tutte le foto! (Paola)
- vengono nitide le mie figuriamoci le tue....
- non ti facevo una birromane..........perchè tu mi sottovaluti (Mommi e Paola)
- oche sull'autobus
- il varano della Senna
- Peterstrafigus
- Belin
- Direttamente dalle pagine di Harry Potter ecco Peterstrafigus
- anche tu senza di me saresti in mezzo ad una strada (Mommi a Mely)
- io mica ce l'ho grossa (Mommi)
- che cosa?
- parenti pochi, amici pochi, tutti gli altri ci sto pensando
- ore 21.30. Ci faciamo un camparino? E' l'ora dell'happy hour
- in aereo. Mamma al bambino: basta piangere (ha iniziato a piangere appena
imbarcato a Parigi perchè voleva le patatine, ha smesso quando è sceso a Milano) ti stanno guardando tutti.
- Paola a tutte noi: basta ridere ci stanno guardando tutti
- Formaggi in aereo: brie, gorgonzola, puzzone di Moena e Caprice de Dieux

Beh, per ora mi fermo qui ma non prima di aver ringraziato Giuly e le sue amiche per la loro compagnia.

Al prossimo post (stasera), con il racconto del nostro week-end a Parigi

Mely


3 commenti:

Mi chiamo Monica ha detto...

ora...dico...ma ti sembra un resoconto NORNALE :)???????????????????
manca solo l'icona di stile ( silvia, la donna dai due cappelli in contemporanea) e hai messo proprio tutto :;)
mommi
mommi

Giuli ha detto...

Beh, ti prego tutto ma non il puzzone di Moena!! Lo sai che è un formaggio dalle mie parti vero???
Scherzi a parte, e per quel poco che ti ho conosciuta sei davvero una fuori di cocozza e sempre con il sorriso in viso.
Ma poi, quant'era XL quel profiterol???

Loredana ha detto...

siete troppo forti e ti viglio troppo bene :)